Frosinone / Incontro amichevole fra la Nazionale calcio vittime della strada e la Bellator Ferentum per "unirsi per fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti" / Sabato 3 dicembre 2016, ore 18 / Palazzetto dello Sport di Frosinone (Casaleno

on . Postato in Attualità e notizie

Frosinone / Incontro amichevole fra la Nazionale calcio vittime della strada e la Bellator Ferentum per "unirsi per fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti" / Sabato 3 dicembre 2016, ore 18 / Palazzetto dello Sport di Frosinone (Casaleno) / A sostenere la propria squadra, ci sarà l'AIFVS di Frosinone, con il suo presidente provinciale Franco COCCO

img_9864

Claudio Martino (addetto stampa AIFVS e presidente AUFV) scrive a Giuseppe Guccione (FLG) sul consiglio comunale straordinario di Torino e sul Centro di assistenza vittime della strada di Roma / 28.11.2016

on . Postato in Attualità e notizie

Claudio Martino (addetto stampa AIFVS e presidente AUFV) scrive a Giuseppe Guccione (FLG) sul consiglio comunale straordinario di Torino e sul Centro di assistenza vittime della strada di Roma / 28.11.2016

Caro Giuseppe (Guccione),

vorrei complimentarmi con te per gli eccezionali risultati raggiunti, lo scorso 23 novembre 2016,
con il consiglio comunale straordinario di Torino interamente dedicato alla sicurezza stradale (https://goo.gl/1QrnZf)
e con l'inaugurazione del Centro Nazionale Assistenza Vittime strada a Roma (https://goo.gl/vLKBnT).

Quest'ultima struttura, lodevolmente messa a disposizione dall'ACI, può, se ben organizzata, diventare un fondamentale punto di riferimento per quanti,
residenti a Roma o provenienti da tutta Italia e di passaggio nella vicinissima stazione Termini,
hanno bisogno di assumere informazioni ed essere aiutati dopo aver subito violenza stradale.

Molti amici dell'AIFVS e di altre associazioni aderenti all'AUFV mi hanno chiesto chiarimenti, con quesiti che io rigiro a te:
- l'ufficio di via Marsala è stato affidato dall'ACI alla sola Fondazione Luigi Guccione o a tutte le associazioni che si occupano di vittime della strada?
- in quest'ultimo caso, come pensi di muoverti? Hai già programmato una riunione di tutti i soggetti disponibili (semplici individui od associazioni) disponibili ed interessati a presidiare la struttura?

Grazie per la cortese risposta.

28 novembre 2016

Claudio Martino,

addetto stampa dell'Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus (AIFVS, http://www.vittimestrada.eu/)

e presidente dell'Associazione unitaria familiari e vittime onlus (http://www.aufv.it)

Giuseppe GUCCIONE riferisce sull'inaugurazione del Centro nazionale assistenza vittime strada di via Marsala, Roma / 23.11.2016

on . Postato in Attualità e notizie

Giuseppe GUCCIONE riferisce sull'inaugurazione del Centro nazionale assistenza vittime strada di via Marsala, Roma / 23.11.2016

Guccione Giuseppe
Mercoledì 23 novembre 2016

Conferenza stampa nella Sala delle assemblee all'ACI di Roma per l'inaugurazione del Centro Nazionale Assistenza Vittime strada nella "Galleria Caracciolo" in via Marsala, 14, a Roma. Presenti i familiari di Marcel Haegi a cui è intitolato il Centro e i familiari di 20 vittime che hanno co-presentato su Change.org la petizione per chiedere la legge per l'assistenza delle vittime della strada. Ribadita la volontà del Governo di dare una risposta positiva per la legge per l'assistenza alle vittime della strada con un telegramma inviato al Presidente di FLG.

FONTE: https://goo.gl/J4IFSA

Giuseppe GUCCIONE scrive a Jean Todt ed Angelo Sticchi Damiani su consiglio comunale straordinario di Torino del 23 novembre 2016 interamente dedicato alla sicurezza stradale / 25.11.2016

on . Postato in Attualità e notizie

Giuseppe GUCCIONE scrive a Jean Todt ed Angelo Sticchi Damiani su consiglio comunale straordinario di Torino del 23 novembre 2016 interamente dedicato alla sicurezza stradale / 25.11.2016

Guccione Giuseppe ha aggiunto 4 nuove foto.
25 novembre alle ore 10:29 •

Cari Jean Todt ed Angelo Sticchi Damiani,
ieri è stata una giornata memorabile credo non solo per noi ma per le centinaia di persone coinvolte direttamente nelle due iniziative di Torino e Roma. Testimonianze di forte empatia delle due consigliere di Torino che sono intervenute nel dibattito, Amore e Ferrero, colpite dalla violenza stradale una direttamente in modo grave, la prima, e negli affetti familiari la seconda.
Con grande coraggio hanno tracciato la violenza della vittimizzazione nella stessa rete parentale. Non so se lo è stato anche per voi, ma per me è stato il momento più difficile di tutto il dibattito ma anche di forte carica emotiva e di ottimismo per il futuro. La forza di queste due donne amministratrici hanno, ancor più, spinto in me il convincimento dell'urgenza di mettere in moto politiche concrete di contrasto alla violenza stradale, di tutela delle utenze vulnerabili, sempre più deboli nelle dinamiche della mobilità urbana.
I capigruppo consiliari, di maggioranza e di opposizione, hanno arricchito il dibattito valorizzando il ruolo delle Istituzioni fuori da vincoli di parte. Che abbracciamo con affetto e partecipazione.
Un saluto e ringraziamento partcolare alla Sindaca Chiara Appendino, all'Assessore alla Mobiltà, Maria Lapietra, al Presidente del Consiglio comunale, Fabio Versaci, che ci hanno accolto con grande entusiasmo e nella bella Sala Rossa di Palazzo di Città, seduti vicino al banco che fu di Camillo Benso di Cavour per 14 anni consigliere comunale a Torino.
Una giornata importante, e direi storica per la sicurezza stradale: Torino prima città al mondo a dedicare un Consiglio comunale straordinario con un solo punto all'ordine del giorno, la sicurezza stradale e il ricordo e i diritti delle vittime della strada.
Se contiamo su queste forze, in primo luogo su chi ha subito danni gravi, su Istituzioni locali e reti civiche, abbiamo tutti una carica più forte, una motivazione che nessuno può arrestare. E questo aiuterà ognuno di noi, nel gravoso lavoro che ci aspetta già da oggi.
Non possiamo fermarci un istante. E non ci fermeremo.
Ora di nuovo al lavoro!

FONTE: https://goo.gl/G0f6aq

Processo per la morte di Luigi Ciaramella / Prima udienza rinviata, per difetto di notifica, al 1º marzo 2017 / Santa Maria Capua Vetere (CE), 23.11.2016 / di Claudio Martino, AIFVS AUFV

on . Postato in Attualità e notizie

Processo per la morte di Luigi Ciaramella / Prima udienza rinviata, per difetto di notifica, al 1º marzo 2017 / Santa Maria Capua Vetere (CE), 23.11.2016 / di Claudio Martino, AIFVS AUFV

Stamattina, presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE), si è svolta la prima udienza del processo relativo alla morte, per incidente stradale, del giovane Luigi Ciaramella (https://goo.gl/AhijAL).
A rappresentare gli interessi dei familiari e dell'Associazione mamme coraggio e vittime della strada onlus (AMCVS), costituitasi parte civile, l'avvocato Davide Alessandro TIROZZI, del foro di Verona.
Subito dopo l'appello dei soggetti presenti da parte del giudice, uno degli avvocati difensori ha preso la parola, per eccepire la mancata corretta notifica dell'udienza al suo assistito.

Il giudice, pur facendo presente che in realtà la notifica era stata eseguita all'interessato, seppure non all'indirizzo da questi indicato, ha ritenuto opportuno rinviare l'udienza al 1º marzo 2017, ricordando tuttavia che da questo momento in poi saranno in ogni caso valide le convocazioni pervenute agli avvocati difensori.

Sul banco degli accusati, i responsabili della manutenzione del tratto stradale su cui Luigi Ciaramella, il 31 luglio 2008, perse la vita, urtando contro un palo dell'ENEL non collocato alla distanza di sicurezza minima dalla carreggiata prevista dalla legge.

Nell'esprimere amarezza per il rinvio, chiaramente inserito in una strategia tesa a raggiungere la prescrizione del processo,
Biagio Ciaramella, padre di Luigi, ha ribadito che "se è importante stabilire le responsabilità di chi doveva evitare che venisse eretto quel maledetto palo, ANCORA PIÙ IMPORTANTE è dare finalmente un nome a chi, urtando l'auto condotta da Luigi,
ha fatto sì che lo scontro mortale con il palo avesse luogo."

23 novembre 2016

Claudio Martino, AIFVS AUFV