La legge sull'"omicidio stradale" venga approvata dal Senato immediatamente, senza modifiche! / Appello delle associazioni di familiari e vittime della strada / 7.12.2015

on . Postato in Attualità e notizie

La legge sull'"omicidio stradale" venga approvata dal Senato immediatamente, senza modifiche! / Appello delle associazioni di familiari e vittime della strada / 7.12.2015

 
Nel pomeriggio di mercoledì 9 dicembre 2015 finalmente inizierà, nell'Aula plenaria del Senato della Repubblica, la discussione del progetto di legge istitutivo dell'"omicidio stradale".
Per l'Assemblea di Palazzo Madama si tratta di una seconda lettura del provvedimento, a causa delle modifiche introdottevi dall'altro ramo del Parlamento.
Le associazioni di familiari e vittime della strada sono molto preoccupate per le voci secondo le quali la maggioranza dei senatori non sarebbe disposta a votare il progetto di legge così come licenziato dalla Camera dei Deputati, a causa di alcune incongruenze del testo che potrebbero essere oggetto di osservazioni da parte della Corte costituzionale.
Fra i primi ad aver rilevato tali "criticità" siamo stati proprio noi attivisti delle varie associazioni ed il nostro pieno consenso va ai deputati e senatori che le hanno fatte presenti e vi vogliono porre rimedio.
Ai senatori - ripetiamo, giustamente - desiderosi di correggere tali "criticità" chiediamo, tuttavia, di approvare il testo così come arriverà mercoledì pomeriggio nell'Aula di Palazzo Madama, senza apportarvi alcuna modifica.
Un rinvio alla Camera, per l'approvazione di tali eventuali emendamenti, sarebbe pieno di incognite, se non altro riguardo ai tempi necessari perché finalmente l'"omicidio stradale" diventi legge dello Stato.
Saremmo oltremodo delusi se qualche emendamento venisse approvato dietro il paravento del voto segreto.
Riteniamo fondamentale che ognuno si assuma le proprie responsabilità, apertamente, alla luce del sole: noi lo stiamo facendo con il presente appello, i senatori è bene lo facciano con votazioni palesi e nominali!
Possiamo assicurare ai parlamentari ed all'opinione pubblica tutta che sarà nostra cura sollecitare la presentazione, immediatamente dopo la trasformazione in legge del testo attuale, di progetti di legge tesi a sanare le "criticità" e, più in generale, ad apportare quanti più miglioramenti possibile alla nuova fattispecie di reato.
7 dicembre 2015
 
– Lucilla BARBASINI, presidente di “Angeli sull’asfalto”, sede affiliata AGUVS Terme Vigliatore (ME)
– Maurizio BISANTI, presidente AGUVS vittime strada
– Enrico BOTTI, familiare di vittima
– Giuseppe BRUNO, presidente associazione “Vittime della strada A16-Uniti per la vita”
– Croce CASTIGLIA, presidente associazione MATTEO LA NASA
– Elisabetta CIPOLLONE, presidente associazione DIAMO VALORE ALLA VITA
– Franco COCCO, presidente Associazione Roberto Cocco per la sicurezza stradale
- Francesca CRIBARI, presidente associazione I NOSTRI ANGELI
– Pasqua Gina D’AMBROSIO, familiare di vittima
– Marina FONTANA CONA, vittima e familiare di vittima
– Clelia FORMICONI, coordinatrice movimento STRADA ALLA VITA
– Christine LORIN, presidente associazione UN CHEMIN POUR DEMAIN
– Mary MANCINELLI, coordinatore Umbria Sentinelle sicurezza stradale
– Aniello MIELE, presidente associazione L’INCONTRO di Roccarainola in memoria di Francesco Pignatiello
– Tiziana MONTINARI, fiduciaria di Lecce de L’ITALIA VERA
- Antonio MORTAI, familiare di vittime
– Francesca PAGANO, associazione MATTEO LA NASA
– Alberto PALLOTTI, presidente AIFVS-onlus
– Valentina PAPPACENA, Valore Donna
– Silvana TAVOLETTA, presidente AMCVS-onlus